I LIQUORI
Bosso


D ue antiche ricette della famiglia Bosso. Dalla selezione all’infusione delle migliori botaniche nascono questi pregiati liquori: essenziali ma capaci allo stesso tempo di catturare l’attenzione del saggio consumatore.
Tipologie disponibili

Genepy Bosso; Amaro Bosso;

Gradazione alcolica

32% - 35%;

Imballo

6 bottiglie da 700 ml per l’Amaro, 6 bottiglie da 500 ml per il Genepy;

L’AMARO BOSSO

L’AMARO BOSSO

GENEPY DEL
PIEMONTE IG

GRAPPA DEL MONFERRATO

Gradazione: 40 %

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Barbera, Freisa, Malvasia, della produzione vinicola del Monferrato

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’immissione in consumo

Analisi visiva: Perfettamente cristallina e priva di impurità.

Caratteristiche organolettiche: i profumi sono quanto mai freschi e croccanti, come si conviene ad una grappa giovane. La presenza di più vitigni tipici del Monferrato permette di avere un caleidoscopio di profumi che spaziano dai piccoli frutti rossi, mela gialla matura fino al frutto della passione. In bocca ottima corrispondenza, con precisi ricordi di frutta rossa mentre chiude l’assaggio su un elegante finale erbaceo di fieno ed erbe officinali.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 14-16 °C.  Può essere la tipica grappa da fine pasto, poco impegnativa, ma allo stesso tempo appagante. Con qualche grado in meno (8-10) ed in piccola dose(2cl) potrebbe essere anche utilizzata su un cambio di portata all’interno dello stesso pranzo, magari passando da un piatto con spiccata grassezza ad un altro.

GRAPPA DI MOSCATO INVECCHIATA

Gradazione: 42 %

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Moscato in purezza, dalla tipiche zone di coltivazione (Santo Stefano Belbo e Canelli)

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: minimo due anni, un primo periodo in fusti di Rovere da 700 litri, e poi maturazione in botti da 2000 litri

Analisi visiva: La veste è oro puro con bellissimi riflessi

Caratteristiche organolettiche: La permanenza in legno non ha domato gli aromi primari del Moscato che scalpitano nel bicchiere con ricordi di uva spina e salvia. Dopo qualche secondo si fa largo il timbro erbaceo del fieno greco per chiudere con uno stravagante profumo di foglia di geranio. Al gusto si ripresentano le note vegetali di erbe aromatiche domate dalla dolcezza del miele d’acacia e di spezie dolci. L’assaggio si chiude facendo ritornare alla memoria i varietali con litches e rosa bianca appassita.

Temperatura di servizio ed utilizzo: 16- 18 °C. Per le sue caratteristiche ed il corredo aromatico si potrebbe prestare anche alla miscelazione in questo cocktail: 4 cl di grappa, un cucchiaio di miele, 3 cl di succo di limone ed 15 cl soda allo zenzero.

GRAPPA INVECCHIATA RISERVA LUIGI BOSSO

Gradazione: 40 %

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Barbera, Freisa, Malvasia, della produzione vinicola del Monferrato

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: minimo due anni, un primo periodo in fusti di Rovere da 700 litri, e poi maturazione in botti da 2000 litri

Analisi visiva: fantastico giallo paglierino

Caratteristiche organolettiche: ci regala profumi di mela bianca matura e frutto della passione che si fondono con le prime note terziali del legno che apportano dolcezza di miele e vaniglia. Il sorso è setoso ma rimane fresco e facile grazie alla dolcezza che ricorda la radice di liquirizia ed il miele di acacia. Una grappa elegante con un ottimo bilanciamento fra i profumi primari della vinaccia ed il legno della botte.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 16- 18 °C. Essendo ancora molto presenti i profumi primari potrebbe essere ancora utilizzata per la preparazione di un cocktail, magari con 4 cl di grappa e 2 cl di liquore alla menta di Pancalieri Doragrossa, shakerata con ghiaccio e servita in coppa cocktail con una foglia di menta.

GRAPPA DI MALVASIA DI CASTELNUOVO DON BOSCO

Gradazione: 42 %

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Malvasia di Castelnuovo don Bosco in purezza

Distillazione: metodo discontinuo a vapore in alambicco a bagnomaria, con pressione molto bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’immissione in consumo

Analisi visiva: cristallina e pura, quasi brillante

Caratteristiche organolettiche: la grappa si presenta complessa ed elegante, e letteralmente sorprende il degustatore spiazzandolo con i suoi profumi di fiori di lavanda. Ritorna poi sui suoi passi varietali snocciolando rosa rossa appena colta e piccoli frutti di bosco, con in evidenza lampone e mora. La corrispondenza gusto olfattiva lascia senza fiato. Uno ad uno si presentano i profumi riconosciuti al naso. I tocchi varietali sono ulteriormente arricchiti da una piacevolissima nota di fiori di rosmarino che accompagnano fino alla fine il sorso. Grappa dalla grande persistenza, equilibrio ed eleganza.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 14-15 °C, per apprezzare in pieno le sue caratteristiche di morbidezza.
Ottima per la bevuta liscia. Potrebbe essere interessante proporla in un cocktail: 4 cl di grappa, 2 cl di liquore ai lamponi o alla mora di Morenica Liquori, 2 cl di succo di limone ed uno spruzzo di soda.

 

GRAPPA DI BARBERA

Gradazione: 42 %

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Barbera in purezza, dalle nostre colline del Monferrato

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’immissione in consumo

Analisi visiva: Cristallina, quasi brillante per come restituisce la luce

Caratteristiche organolettiche: La grappa di Barbera è quasi didattica per come snocciola gli intensi profumi tipicamente varietali fatti di violetta e prugna matura. All’assaggio ritroviamo la prugna matura, arricchita da un tocco fresco di mora di rovo. Elegante e setosa non fa percepire la gradazione alcolica chiudendo con ricordi floreali.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 14-15 °C. Per le sue caratteristiche aromatiche potrebbe diventare anche un ottimo ingrediente da cocktail in unione con una soda al pompelmo o in un Milano Torino, in unione con bitter e vermouth, aumentando la fragranza vinosa di quest’ultimo.

GRAPPA DI NEBBIOLO DA BAROLO

Gradazione: 45%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Nebbiolo in purezza, atte a produrre Barolo

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’immissione in consumo

Analisi visiva: Cristallina e pura come acqua di fonte

Caratteristiche organolettiche: la grappa di Barolo fa della franchezza la sua arma vincente. Al naso, infatti, fa sentire nettamente il suo timbro varietale con rosa rossa e ciliegia matura, su sottofondo di vinaccia e mosto in fermentazione. All’assaggio è setosa ed avvolgente grazie alla perfetta estrazione delle sostanze aromatiche dalla vinaccia. Si inizia con morbidi ricordi di uva passa e ciliegia sotto spirito per chiudere con suadenti note di confettura. Ottima persistenza ed equilibrio fra le parti.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 14-15 °C. Vista la caratura del prodotto si consiglia di berla solamente liscia senza alcuna aggiunta o al massimo con una foglia di menta per assecondare i ricordi balsamici.

GRAPPA DI NEBBIOLO DA BARBARESCO

Gradazione: 45%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Nebbiolo, atte a produrre Barbaressco

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’immissione in consumo

Analisi visiva: Cristallina e priva di ogni impurità

Caratteristiche organolettiche: Tipica grappa di Nebbiolo che rispecchia le caratteristiche del vino Barbaresco, solitamente meno esplosivo del cugino più famoso, ma spesso molto più elegante e discreto. I profumi, infatti, si aprono lentamente in una nota suadente ed elegante di ciliegia matura che domina su sottofondo di rose rosse e piccoli frutti rossi maturi. All’assaggio la grappa conferma le sue caratteristiche. Morbidezza ed eleganza al sorso, con ottima corrispondenza gusto olfattiva. La ciliegia matura lascia il passo, nel finale dell’assaggio, alla confettura di more ed a ricordi di fieno caldo.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 14-15 °C, per apprezzare in pieno le sue caratteristiche di morbidezza. Vista l’eleganza e la delicata persistenza risulta sconveniente ogni abbinamento.

GRAPPA DI BARBERA INVECCHIATA

Gradazione: 40%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Barbera in purezza, dalle nostre colline del Monferrato

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: minimo tre anni, in fusti di Rovere da 700 litri

Analisi visiva: si presenta di una bella veste dorata con riflessi ramati

Caratteristiche organolettiche: le note varietali della Barbera si sono levigate con il tempo, dai profumi di ciliegia matura adesso troviamo sentori di confettura in compagnia di un elegante e dolce ricordo di albicocca disidratata e radice di liquirizia. Il sorso è intrigante con ottima corrispondenza gusto olfattiva. Le note terziali prendono la scena rispetto a quelle del vitigno. La nota di liquirizia diventa più netta, a cui si aggiunge il rovere di una scatola di sigari ed il dolce ricordo del tabacco da pipa.

Temperatura di servizio ed utilizzo: 18-20 °C. Come la maggior parte delle invecchiate risulta difficile, oltre che un peccato, miscelarla con altri ingredienti.

GRAPPA DI MOSCATO D’ASTI INVECCHIATA

Gradazione: 40%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Moscato in purezza, atte a dare Moscato d’Asti

Distillazione: metodo discontinuo a vapore in alambicco a bagnomaria, con pressione molto bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: minimo tre anni, in fusti di Rovere da 700 litri

Analisi visiva: Il colore che si presenta nel bicchiere è dorato carico

Caratteristiche organolettiche: l’invecchiamento ha levigato i profumi primari del Moscato arricchendoli con la dolcezza del miele millefiori. Il vitigno fa sentire comunque la sua voce. Al naso ritroviamo infatti la polpa di litches in sciroppo, petali di rosa bianca e fiori di salvia. Il sorso è morbido e setoso. Il legno ha reso la grappa più ricca ed armonica, levigando il carattere del vitigno. All’assaggio ritroviamo le erbe aromatiche, il fieno caldo che lasciano il posto, nel finale, al dolce ricordo di zucchero filato e torrone alla nocciola.

Temperatura di servizio: 16-18 °C. Piuttosto che mescolarla in un cocktail, sarebbe molto interessante l’abbinamento con una robiola di capra di Roccaverano per esaltare morbidezza e sentori primari.

GRAPPA DI NEBBIOLO BARRICATA

Gradazione: 45%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Nebbiolo in purezza

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: almeno tre anni in barriques di Rovere

Analisi visiva: La veste è un elegantissimo color ambra carico

Caratteristiche organolettiche: nella sua evoluzione in legno, ha sviluppato profumi speziati di cannella e chiodo di garofano, liquirizia e tabacco dolce. Sul finale iniziamo a percepire una piacevole nota balsamica, vera firma del Nebbiolo invecchiato, che ritroveremo all’assaggio. Con il tempo i piccoli e freschi frutti rossi si sono evoluti e ci donano ricordi di confettura che si evolvono nella ciliegia sotto spirito. La firma del legno non è invadente, grazie anche ad una materia prima di razza. Vige ancora un magnifico equilibrio fra vinaccia e legno, solo con qualche secondo di attesa le spezie dolci iniziano a prendere il sopravvento, facendo da preludio ad una nota mentolata che accompagna il degustatore fino al finale del sorso.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 16-17 °C. Potrebbe essere un ottimo compagno di viaggio di una crostata di frutti rossi o di ciliegie

L’AMARO BOSSO

Gradazione: 32%

Contenuto: 70 cl

Botaniche: bacche, erbe, fiori, foglie, frutti e radici

Metodo di preparazione: Infusione a caldo o a freddo a seconda delle piante/erbe

Analisi visiva: alla vista si presenta di color rosso ambrato

Caratteristiche organolettiche: al naso sono nettamente percepibili le note agrumate, di miele e di erbe balsamiche. Il sapore risulta piacevolmente amaro e caratterizzato dai sentori tipici del rabarbaro e della genziana

Temperatura di servizio ed utilizzi: ottimo come dopocena, bevuto liscio a temperatura ambiente. Può anche essere servito con ghiaccio ed una fettina di arancia. Si presta, inoltre, alla miscelazione in numerosi cocktail

GENEPY DEL PIEMONTE IG

Gradazione: 35%

Contenuto: 50 cl

Piante utilizzate: Artemisia Mutellina (Genepy Bianco) in purezza, dalle Alpi Cozie

Metodo di preparazione: infusione a freddo

Analisi visiva: il colore è un giallo ambrato carico

Caratteristiche organolettiche: il profumo è caratterizzato dai caratteristici sentori dell’Artemisia in fiore, con un ampio ventaglio che spazia dai fiori di camomilla alle note erbacee di paglia, fieno ed erbe aromatiche. Il sapore è caldo e amabile, di buona persistenza ed intensità.

Temperatura di servizio ed utilizzo: servito a temperatura ambiente è ottimo dopo il pasto come digestivo. Interessante da servire anche come dissetante con l’aggiunta di ghiaccio, oppure piacevole corroborante bevuto caldo con una scorza di arancio.

GRAPPA DI BARBERA RISERVA, millesimo 1998

Gradazione: 42%

Contenuto: 50 cl

Vinacce: da uve Barbera in purezza, dalle nostre colline del Monferrato

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: oltre dodici anni in fusti di Rovere da 700 litri

Analisi visiva: Il liquido si presenta in un invitante color ambra carico con riflessi di oro antico.

Caratteristiche organolettiche: Il passaggio in legno ha impreziosito questa grappa di un suadente profumo di erbe di campo dove spiccano le note dolci della camomilla che lentamente pervade tutto il bicchiere. Il profumo è suadente, fine ed elegante e risulta difficile staccarsi dal bicchiere per procedere all’assaggio. Il sorso, elegante e setoso, ha un preludio erbaceo con fieno caldo ed erbe officinali per poi cedere a ricordi decisamente più morbidi di frutta rossa in confettura, albicocca secca e tabacco da pipa. Lunga persistenza, chiude con una piacevole nota di uva passa.

Temperatura di servizio ed utilizzi: 20 °C. Da bere ovviamente in purezza. Potrebbe però essere molto interessante come abbinamento ad uno stufato di cinghiale per pulire la bocca dalla sua naturale grassezza ed aromaticità.

GRAPPA DI MOSCATO RISERVA, millesimo 1999

Gradazione: 42%

Contenuto: 50 cl

Vinacce: da uve Moscato in purezza, dalla tipiche zone di coltivazione (Santo Stefano Belbo e Canelli)

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: oltre dodici anni in fusti di Rovere da 700 litri.

Analisi visiva: il colore è ambrato ed il liquido è consistente. La grappa si muove lentamente con flusso rotatorio dentro al bicchiere disegnando indelebili archetti che dopo qualche tempo si trasformano in finissime gocce che scendono lungo il bicchiere

Caratteristiche organolettiche: le note olfattive classiche del Moscato di frutta a polpa bianca e rose bianche, si sono evolute nella dolcezza di un creme caramel ed amaretto. Si prosegue senza sorprese, anzi con molte sicurezze. In fondo al bicchiere ritroviamo il miele di acacia e frutta secca che chiudono il cerchio di un grande classico. Al gusto la grappa rivela la firma del legno con note di bacca di vaniglia e liquirizia che rendono morbido e rotondo il sorso.  Alla materia prima però spetta l’ultima parola, e non potrebbe essere altrimenti, infatti si chiude con un croccante ricordo di uva passa.

Temperatura di servizio: 20 °C. Da bere in purezza o su una torta di nocciole piemontesi

GRAPPA DI MOSCATO GRANDE RISERVA, millesimo 1984

Gradazione: 42%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Moscato in purezza, dalla tipiche zone di coltivazione (Santo Stefano Belbo e Canelli)

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: oltre trent’anni in fusti di rovere da 700 litri

Analisi visiva: una veste ambra carico ci ricorda che ci troviamo di fronte ad una Gran Riserva della Distilleria Bosso che da sempre utilizza il legno con saggezza. Il liquido si muove lentamente dentro al bicchiere, consistente, regalandoci lampi di oro antico.

Caratteristiche organolettiche: dobbiamo attendere qualche minuto con il bicchiere nel nostro palmo. La grappa si deve scaldare con un cavallo di razza prima della corsa. L’attesa viene ripagata. Il profumo che si sprigiona è fatto degli aromi varietali che si sono evoluti in una piacevole, quanto inaspettata, nota balsamica. Questa rientra presto nei ranghi lasciando spazio al classico miele di acacia, pane al burro e creme caramel. Al sorso, pieno e ricco di sostanza, troviamo richiami di torrone alle mandorle e nocciole tostate, mentre chiude con un rinfrescante ricordo di salvia e timo. Lunga persistenza con classica chiusura di uva passa .

Temperatura di servizio: 20 °C. Da degustare in assoluta purezza, da condividere con gli amici di sempre come un regalo prezioso.

GRAPPA DI BARBERA GRANDE RISERVA, millesimo 1984

Gradazione: 42%

Contenuto: 70 cl

Vinacce: da uve Barbera in purezza

Distillazione: metodo discontinuo a vapore diretto in caldaiette di rame, con il vecchio sistema in batteria, a pressione bassa e ritmi molto lenti

Affinamento: un anno in serbatoi di acciaio prima dell’invecchiamento

Invecchiamento: oltre trent’anni in fusti di Rovere da 700 litri.

Analisi visiva: Il colore è di un elegante ambra con riflessi noce. Il liquido si muove denso nel bicchiere, segno della sua ricchezza di sostanze estrattive

Caratteristiche organolettiche: Il naso è quanto mai intenso e complesso e necessita di qualche minuto di attesa per esprimere il meglio di sé. Questa grappa va respirata, avvolgendo il bicchiere nel palmo della mano. La tostatura delle doghe emerge con riconoscimenti netti di frutta secca con mandorle e nocciole, con un sottofondo di rovere e scatola di sigari. La grappa snocciola poi lentamente il corredo aromatico della vinaccia, che ormai si è evoluto in una confettura di frutti di bosco, con mirtillo e mora in evidenza. Il finale chiude con tabacco dolce da pipa ed un intrigante quanto piacevole pizzico di pepe nero. Il sorso, denso ed appagante, dominato dai sentori terziari, che regalano  morbidezza al palato. La grappa si apre con note di caffè e fava di cacao su un lunghissimo sottofondo di bacca di vaniglia rendendo l’esperienza quasi indimenticabile.

Temperatura di servizio: 20 °C. Da sorseggiare assolutamente in purezza leggendo un bel libro.